martedì 8 ottobre 2019

Sartoria parlamentare

E come ad ogni stagione, senza che ci sia più nemmeno stupore, riapre la sartoria parlamentare che, da almeno trent'anni, tenta di rimbastire gli orli già ampiamente studiati e previsti dalla Carta Costituzionale.

Parliamo di un progetto che viene da molto lontano, il più famoso ad opera di quel Nemico Pubblico che sembrava essere diventato Berlusconi, così come del suo supposto delfino di tendenze più sinistrorse che dovrebbe essere Renzi. Ma adesso, senza un autorevole personaggio da odiare, sembra ci si stia riuscendo, grazie anche alla marea populista ancora montante.
Perchè è un argomento che piace tanto alla Gente, che immagina quanti soldi sprecati verranno ora risparmiati senza quei senatori, non pensando a quanto la rappresentanza venga ridisegnata in tal modo, sempre a sfavore dei tanti e a beneficio dei pochi, naturalmente; nemmeno supponendo che, con una legge elettorale ad hoc, la misura sarebbe la summa di quanto di meno democratico possa esistere in termini di rappresentatività politica, di espressione di quei partiti fortemente minoritari che così diverranno più semplicemente extra parlamentari.

Non ne voglio fare un quadro catastrofista, anzi, voglio essere realistico: tagliare (ancora) sull'istruzione pubblica continuando a finanziare la privata, rimanere sostanzialmente immobili di fronte agli sfaceli di tanta sanità (nonostante quanto di ottimo ancora viene prodotto), spingendo i pazienti al privato "per fare prima/meglio", ricalibrare la rappresentanza parlamentare riducendo il numero dei rappresentanti, decidere per la differenziazione delle autonomie, insistere con la diretta esecuzione dell'esercizio democratico, in forme poco chiare...è solo il quadro di quanto, in questi anni, si è tentato di fare (con sonore bocciature anche a livello referendario), e che ora si sta riuscendo.

Come mai tutto ciò ritorna ad insistenti ondate? Come mai, presa una qualunque forza politica, tutto ciò è prima il male assoluto poi una valida soluzione (o viceversa)? Staremo a vedere...

Ah...lascio qui questo link, magari trovate qualcosa di conosciuto.

Restate svegli

Nessun commento:

Posta un commento