martedì 14 febbraio 2017

Il pilastro

Succede. Meno raramente di quanto si pensi. Perchè non è una cosa che nasce all'improvviso, che brilla nel buio come il proverbiale fulmine, ma qualcosa di ben più complesso, che si alimenta di sè stesso giorno dopo giorno, metabolizzando gioie, dolori, passioni, incomprensioni, fastidi. Tutto fa brodo, in fondo, ma è sempre il risultato finale che ti fa apprezzare il tutto.


Succede, ma quando hai l'onore di viverla ogni giorno, di renderti conto istante dopo istante di quel che sta accadendo, non puoi far finta di nulla.
Dopo due perle incantevoli immaginate, curate e cresciute, dopo le innumerevoli sponde, la presenza costante anche nei momenti più neri, i sorrisi; dopo le passioni, i dubbi, gli attriti, gli sbagli sempre perdonati, l'orgoglio. Insomma, dopo aver visto quanto siamo stati in grado di fare, non posso pensare di immaginarmi come gli alternativi di moda che fingono di non apprezzare un giorno come questo.


Perchè questa festa significa anche questo, oltre ai fiori, ai cioccolatini, all'obblighi commerciali. Significa riconoscere ciò che sei stata e sarai sempre per me, il pilastro a cui mi appiglio, pur senza mostrarlo, tutte le volte che ne ho bisogno. La boa che sarò sempre sicuro di trovare anche nel mare più tempestoso.


Perchè sei l'amore della mia vita, e non c'è altro davvero da dire.


Tanti auguri, amore mio.